You are here
Home > Benessere

Prendersi cura della propria schiena

dolore alla schiena terapia

Il mal di schiena risulta essere uno dei disturbi più diffusi, e rappresenta la seconda causa di assenza dal lavoro. Questa malattia è spesso trascurata, ed è in continuo aumento, poiché lo stress, la vita sedentaria, il sovrappeso, la postura scorretta che si assume durante la giornata, si ripercuotono immancabilmente sullo stato di salute della nostra colonna vertebrale, influenzando negativamente la qualità della vita di chi ne è vittima.

Purtroppo, molte persone, non ritenendo il mal di schiena una patologia medica, imparano a conviverci. Spesso però il mal di schiena è un campanello d’allarme che può segnalare una malattia anche seria: soprattutto quando il dolore sopraggiunge senza motivo e si accompagna a perdita di peso e malessere generale. Fortunatamente la maggior parte delle persone che ne sono colpite guarisce entro 2-4 settimane.

Soltanto in una piccola percentuale di casi i sintomi diventano cronici. In alcuni casi, poi, si presenta all’improvviso e con intensità tanto forte da costringere all’immobilità: è il colpo della strega, una violenta contrazione muscolare che blocca la zona lombare della schiena causando fitte dolorosissime.

Si scatena dopo uno sforzo o un movimento improvviso. All’origine c’è uno stato cronico di affaticamento dei legamenti o di un nervo, dovuto a diversi fattori, per esempio un’ernia del disco o un trauma precedente.

Si deve ricorrere ad una indagine radiografica e, meglio ancora, ad una risonanza magnetica, per verificare lo stato di salute della nostra schiena.

Come detto, la sedentarietà è una delle principali cause di tale patologia, per cui è consigliabile praticare attività sportiva.

Attenzione però perché potremmo peggiorare il nostro stato di salute con una attività fisica non idonea, che può senza ombra di dubbio gravare sulle vertebre della nostra colonna, alimentando ed evidenziando ancor più il mal di schiena.

Un esempio?

La corsa! Ritengo questa essere deleteria e traumatica per le nostre vertebre e per le articolazioni degli arti inferiori.

Alquanto preferibile è il nuoto, che può essere praticato in qualsiasi età, apportando benefici psico-fisici a 360 gradi. Solitamente accade però che una errata postura sia la causa principale del nostro mal di schiena.

Si, perché nel trascorre ore e ore seduti su di una sedia in ufficio, a scuola, in auto, ecc. assumiamo una posizione di natura non corretta e per tale motivo, generiamo rischi che possono compromettere la nostra salute a vario livello, dalle fastidiose contratture a problematiche di natura circolatorie.

Per ovviare a tale inconveniente, possiamo acquistare il correttore posturale

Correttore posturale, a cosa serve?

Si presenta come una sorta di busto posteriore, con delle fasce elastiche disposte in maniera incrociata allo scopo di sorreggere e raddrizzare spalle e schiena.

Per scoprire maggiori informazioni sul correttore posturale, puoi visitare questo sito: https://www.correttoreposturale.it/.

Ne esistono di diversi tipi, distinguibili per metodologia di allaccio e ampiezza delle fasce. Ognuno di questi è di supporto per specifici disturbi alla schiena. Non è rigido come un vero e proprio busto ma aiuta nel raddrizzare spalle e schiena, costringendole alla postura corretta. Ci aiuterà quindi a prevenire e ad alleviare i dolori alla schiena dovuti proprio al mantenimento di posizioni scorrette per lunghi tempi.

Utilissimi anche per gli sportivi o per chi deve affrontare ore di lavoro manuale e faticoso. Ottimi per coloro che trascorrono molte ore seduti. L’utilizzo risulta essere importante anche per i bambini, poiché insegnano loro la corretta posizione da mantenere durante la giornata.

Lascia un commento

Top