You are here
Home > Running

Correre per dimagrire: consigli e attrezzatura

fare running per dimagrire
La corsa è uno degli sport più economici e semplici da praticare, se si vuole perdere qualche kg. L’importante è farlo bene, al ritmo giusto per il proprio corpo, utilizzando l’attrezzatura adatta.

Come si dimagrisce con la corsa

La corsa è un’attività aerobica, cioè uno sport che si pratica ad intensità modulata per un lungo periodo di tempo. Durante i primi 20 minuti, tendenzialmente, si bruciano solamente zuccheri e carboidrati. Solo dopo questo lasso di tempo il fisico esaurisce le scorte di glicogeno ed inizia ad attaccare l’adipe, per trarne ossigeno ed energia.

Ottimizzare il potere brucia-grassi della corsa
Per ottenere il massimo risultato brucia-grassi dalla corsa è, quindi, consigliabile praticarla dopo una sessione di sport anaerobico. Il work out perfetto prevede: una sessione da almeno 30 minuti di allenamento con i pesi, o a circuito, e, solo alla fine, una sessione da 20-30 minuti di corsa. Se non si è allenati, naturalmente, bisogna cominciare molto gradualmente. Un ottimo protocollo può essere: cominciare con 10 minuti di anaerobica e 10 di corsa ed incrementare, ogni settimana, di 5 minuti.

La frequenza cardiaca brucia-grassi
Per essere sicuri che il proprio corpo stia bruciando grassi, e stia attivando processi di dimagrimento, bisogna basarsi sul conteggio del battito cardiaco. Si bruciano grassi quando il cuore batte più velocemente del 60/70% rispetto al proprio massimo a riposo. Ad esempio: se la frequenza cardiaca a riposo è di 80 battiti, si inizierà a dimagrire quando questa arriva almeno a 128. Naturalmente bisogna fare attenzione a non superare mai una certa soglia: la tachicardia, ossia battiti troppo ravvicinati, può portare malesseri anche importanti. Se si superano i 160-165 battiti meglio rallentare o fermarsi, per recuperare.

Attrezzatura per fare running:

Il cardiofrequenzimetro
A questo proposito, chi si approccia alla corsa deve necessariamente munirsi di un ottimo cardiofrequenzimetro, meglio se da polso. Si tratta di un dispositivo tecnologico, che si indossa come un orologio, in grado di monitorare l’attività cardiaca. Grazie al frequenzimetro si può verificare di correre ad un’intensità giusta per dimagrire e si può controllare di non sforare i battiti cardiaci raccomandati per la tutela della salute e del benessere.

La tuta
Per correre all’aperto occorre avere un abbigliamento adeguato. È consigliabile scegliere una maglia in materiale tecnico, traspirante, anallergico e che non irriti la pelle. D’estate si possono utilizzare dei pantaloncini comodi. D’inverno bisogna attrezzarsi con una tuta in tessuto leggero e caldo. Il consiglio è quello di scegliere una felpa con cerniera, in modo che, se si ha troppo caldo, si può slacciare, o togliere e legare comodamente in vita.

Le scarpe
Per correre in sicurezza, evitando traumi a piedi e caviglie, è necessario acquistare delle scarpe da running di qualità. Meglio investire qualche euro in più ma avere un paio di scarpe da running affidabili. È importante che siano del numero giusto, anatomiche, che abbraccino il piede e lo tengano stabile e che siano traspiranti, per evitare l’insorgere di micosi da sudore. Inoltre, è consigliabile che siano ammortizzate, per alleggerire il carico impattante su tendini e caviglie e limitare il rischio di microtraumi.

Lascia un commento

Top